38 Utenti Online
Iscriviti alla newsletter

Tuttosteopatia.it è in rete con il sito francese e tedesco sull'osteopatia.
Non troverete la traduzione ma il collegamento al portale osteopathia-france.net e osteokompass.de

osteopathie france osteokompass
Carrello

Cerca

Blog

Archivio Post

Ultimi Post Inseriti

Post più letti

Ultimi Post Commentati

"Soft soft sweet Alice": il poster sulla plagiocefalia presentato al Congresso Internazionale di Osteopatia di Firenze

Mercoledì 4 Maggio 2011#15:07 | pubblicato da: La Redazione | 6 commenti

di Simona Nasponi e Maria Roberta Rocchi
C.E.R.D.O. Roma

Una  collaborazione nata per caso. Un osteopata vogliosa di lavorare con e per i bambini; una pediatra curiosa di saperne di più, desiderosa di poter aiutare i suoi piccoli pazienti con l'ausilio di metodiche dolci e naturali.
L'unione di queste due figure è riuscita ad apportare notevoli miglioramenti nella qualità di vita dei neonati e delle loro famiglie, in casi di plagiocefalia posizionale e reflusso gastroesofageo.

Alcuni genitori non hanno avuto remore nell'affidarsi; altri hanno opposto resistenza nel momento in cui è stata consigliata una diminuzione del farmaco. Ovviamente la responsabilità non è del genitore che vuole solo il meglio per il proprio figlio, il mondo segue regole di mercato che impongono anche un certo tipo di disinformazione e fanno leva sul senso d’inadeguatezza dei genitori, quindi per la famiglia del bambino con segni patologici è più facile seguire la cura più costosa come se questo equivalesse a dare al proprio figlio il meglio, mentre spesso il meglio non è quantificabile come mero mezzo materiale, sia esso farmaco o caschetto, ma passa attraverso la relazione  ed il contatto con il bambino piccolissimo (osteopata o medico/paziente). Soltanto che questo è molto ma molto più impegnativo!

Attraverso tecniche manuali molto dolci, è possibile ripristinare un giusto equilibrio del sistema digerente, attenuando dolori da reflusso e da coliche. Nei casi di plagiocefalia è importante che i pediatri indirizzino i loro pazienti da un osteopata in grado di ridare armonia ad un cranio che, vuoi per traumi intrauterini, da parto o per la posizione in culla, risulta essere asimmetrico. Bisogna spiegare ai genitori che far crescere la testa dei propri figli dentro un caschetto,  molto di moda al momento, è un atto costrittivo, assolutamente non fisiologico. Purtroppo, a costo di ripetersi, gli interessi economici fanno da padrone ed è per questo che bisogna essere sempre critici.

La sinergia tra osteopata e pediatra

Con questo studio abbiamo voluto promuovere la sinergia osteopata/pediatra basata su cognizioni anatomo fisiologiche che permetta il sempre minor uso di farmaci, laddove possibile.
Il neonato ha delle risorse che noi adulti non immaginiamo; l'osteopata stimola questo terreno fertile affinchè queste risorse siano in grado di esprimersi al meglio. Un altro aspetto da non dimenticare è il coinvolgimento dei genitori nella terapia stessa. Nella plagiocefalia è possibile insegnare loro delle semplici manovre di modellamento craniale da eseguire tra una seduta e l'altra. In questo modo si fa prendere coscienza, in maniera più diretta, del lavoro che l'osteopata vuol fare e, ancor più importante, si crea un momento di intesa tra neonato e genitore altamente terapeutico per entrambe le figure.

Invita i tuoi pazienti a lasciare una testimonianza sulla plagiocefalia:
http://www.tuttosteopatia.it/supporto/testimonianze-sulla-plagiocefalia/

Leggi anche:

 



Presente in Osteopatia e pediatria, Pediatria | Commenti (6) | Scrivi | Segnala ad un amico Invia ad un amico | Stampa
Tags: osteopataplagiocefaliareflusso gastroesofageotrattamento osteopatico

I vostri commenti (6 Commenti)

  • Scritto da: lastellapolare82
    Data: 29 Settembre 2012 alle 21:47

    Ciao, mio figlio di quasi 9 mesi ha una plagiocefalia considerata "invalidante" solo da un punto di vista estetico e quindi senza ripercussioni da un punto di vista neurologico,ciononostante c'hanno consigliato il casco. Considerando gli alti costi stiamo valutando l'opzione osteopatia ma non abbiamo riferimenti significativi nella zona di Roma Sud. Potete segnalarmi qualcuno esperto nel settore? Grazie anticipatamente.

  • Scritto da: Marco Zallu
    Data: 29 Ottobre 2013 alle 22:36

    Salve!
    Sicuramente la posso aiutare (sempre che dopo un anno dal suo annuncio abbia ancora bisogno di aiuto)!
    Mi scriva in privato (inserendo "Marco Zallu" in "cerca osteopata") e le potrò consigliare dei miei colleghi molto validi ed esperti per suo figlio!
    Cordiali saluti,
    Marco Zallu.

  • Scritto da: Sandra
    Data: 30 Dicembre 2013 alle 22:58

    Salve, Abito a Firenze ed avrei bisogno dell'osteopata per i mei bimbi di 3 anni e 6 mesi entrambi con plagiocefalia posturale, col primo non ho fatto niente trane farlo dormire di lato con i cuscini di nanna sicura , per fortuna ha tanti capelli e non si nota :-) ma col secondo vorrei essere aiutata portandolo dal osteopata di sicuro serve anche per il pui grande per altri motivi magari anche per la sua testolina. Solo che non so quale osteopata bravo con i bambini.... Grazie di cuore

  • Scritto da: Francesca
    Data: 12 Gennaio 2014 alle 05:30

    Salve, ho 2 gemelli di 2 anni, con plagiocefalia posizionale. Soprattutto uno dei 2 presenta uno schicciamneto significativo posteriore (simile alla foto del bimbo sopra all'articolo).
    I pediatri non mi hanno mai indirizzata veso un Osteopata, mi hanno sempre detto che con il tempo la situazione sarebbe migliorata, ma così non è stato. E' ancora possibile intervenire a livello estetico? Grazie. Saluti.

  • Scritto da: Ambra
    Data: 31 Maggio 2014 alle 05:00

    Mio figlio ha lo stesso problema, ma quasi a livello della foto, ha due mesi e mezzo e vorrei correre ai ripari subito. Al momento lo porto da un osteopata, ma vorrei aiutarmi a casa con un cuscino, avendo poca forza ancora nel collo, quando dorme o si appoggia ruota sempre la testa di lato, quale cuscino mi consigliate!!! Grazie mille e buon lavoro.

    Una mamma preoccupata.

  • Scritto da: teresa
    Data: 16 Dicembre 2015 alle 09:34

    La plagiocefalia si manifesta a diversi livelli a seconda del grado di schiacciamento riscontrato. Solitamente in base alla gravità si preferisce ricorrere ad un cuscino speciale, a sedute di osteopatia o all'armonizzatore craniale, il famoso caschetto per la testa piatta. Leggo in giro pareri discordanti sull'efficacia di questa o di quella terapia, ma non ne capisco il motivo. Qualcuno potrebbe spiegarmelo?

Scrivi un commento


scegli la scuola giusta per te

L'uomo che non muta mai la sua opinione è come acqua stagnante e alleva rettili nella mente
Marion Woodman

NEWSLETTER

Tutte le novità, le promozioni, news, aggiornamenti nella tua casella e-mail

Promozioni in corso

Guarda tutte le offerte