23 Utenti Online
Iscriviti alla newsletter

Tuttosteopatia.it è in rete con il sito francese e tedesco sull'osteopatia.
Non troverete la traduzione ma il collegamento al portale osteopathia-france.net e osteokompass.de

osteopathie france osteokompass

Ernia del disco lombare

a cura di Luisa Miraglia

Descrizione medica

Il disco intervertebrale è costituito da un nucleo polposo (vero e proprio cuscinetto di ammortizzazione) di consistenza molle-gelatinosa circondato, racchiuso, da un tessuto di consistenza fibrosa chiamato anulus fibroso. Il nucleo polposo si muove di pochi millimetri, in senso antero-posteriore durante i movimenti di flesso-estensione della colonna vertebrale. L'ernia è  è una dislocazione del nucleo polposo dalla sua sede attraverso le fibre dell'anulus. Questo può comportare da una parte una compressione delle strutture nervose e dall'altra una reazione di tipo infiammatorio.

Classicamente il paziente affetto da ernia discale lombare può lamentare:

  • una lombo-cruralgia (ernia in L2-L3, L3-L4) ovvero un dolore irradiato alla coscia anteriore o antero-mediale fino al ginocchio che non arriva mai al piede;
  • una lombo-sciatalgia (ernia in L4-L5, L5-S1) ovvero un dolore irradiato all'arto inferiore lungo il decorso sensitivo del nervo sciatico.

In entrambi i casi il dolore è principalmente monolaterale, sebbene sia possibile un coinvolgimento bilaterale (ad esempio ernie discali mediane molto voluminose) questa eventualità è piuttosto rara.

Talvolta invece viene riferita la sola lombalgia che rappresenta spesso l'esordio clinico della patologia a cui segue uno dei due iter riferito in precedenza.

Il dolore è generalmente accentuato dai movimenti della colonna (soprattutto dalla flessione anteriore e dalla flessione laterale), anche colpi di tosse e starnuti possono
risultare estremamente dolorosi. Spesso è riscontrabile nei pazienti una postura antalgica (ovvero quella posizione che si assume al fine di evitare il dolore) soprattutto nella fase acuta della patologia. Il tratto lombare può perdere la fisiologica lordosi e in alcuni casi risulta difficile anche il semplice camminare mantenendo la schiena dritta. Può addirittura comparire una scoliosi da contrattura della muscolatura paravertebrale lombare che ha lo scopo di decomprimere le strutture nervose a contatto con l'ernia.

Punto di vista osteopatico

Come ormai è ampiamente risaputo l'osteopatia non si concentra sul sintomo ma su una visione globale del paziente al fine di identificare le cause e fattori predisponenti di un determinato problema.

L'osteopatia, grazie all'utilizzo di tecniche appropriate, da una parte aiuta a diminuire la compressione e l'infiammazione provocate dall'ernia, dall'altra va a correggere quelle piccole “disfunzioni” che possono aver condotto ad uno scompenso posturale. Questo porta ad un miglioramento su più livelli, infatti nel breve periodo assistiamo ad un'attenuazione del dolore, nel lungo periodo invece noteremo il miglioramento della postura globale dell’individuo.

Compito dell'osteopata è in oltre quello correggere eventuali compensi negativi e di indirizzare il paziente verso sane abitudini che possano aiutarlo a mantenere in generale una buona qualità della vita.
Il trattamento osteopatico non è da intendersi per forza come sostitutivo dei trattamenti convenzionali, ma può essere considerato un aiuto, anche nei casi più gravi infatti, laddove il trattamento chirurgico rimane quello più indicato, l’intervento osteopatico può aiutare il paziente sia nel pre-operario ma soprattutto nel post, al fine di evitare il ricrearsi di quei fattori che lo hanno portato alla formazione della precedente patologia.

Al giorno d'oggi l'approccio osteopatico rappresenta uno tra gli strumenti più efficaci per il trattamento dell'ernia lombare.

Articoli scientifici

Articoli vari

Le vostre testimonianze (17 testimonianza)

  • Scritto da: Simonetta V.
    Osteopata: Massimo Bani
    Data: 14 Novembre 2010 alle 22:17

    Volevo ringraziare infinitamente il dottor Bani di lucca per avermi concesso la possibilità di ritornare a fare le cose più banali di tutti i giorni che per me ormai erano diventati una ardua impresa (come il semplice mettersi un paio di calzini).

    Inoltre sono tornata a lavorare in pescheria, con il freddo e l'umidità delle celle, con rinnovata energia e movimenti tutt'altro che dolorosi e pienamente fluidi. Grazie infinite di nuovo dottore.

    Simonetta

  • Scritto da: Alessandro M.
    Osteopata: Patrizia Forte
    Data: 21 Gennaio 2011 alle 20:52

    La serietà e la professionalità di Patrizia F. non hanno bisogno di commento!!! Provare per credere! L'unico punto di riferimento per qualsiasi problema...ernie discali, mal di testa, calcoli renali e problemi intestinali nel neonato!

    GRAZIE PATRIZIA!

  • Scritto da: Bruna R.
    Osteopata: Alessandro Verni
    Data: 9 Settembre 2011 alle 22:39

    dopo 50 anni di dolori alla schiena (discopatia) ora , non solo non ho più mal di sciena, ma riesco a fare tutto senza bloccarmi più. La vita mi è davvero cambiata.

    Bruna da Forlì.

  • Scritto da: Sergio D. N.
    Osteopata: Giampiero Fusco
    Data: 11 Dicembre 2011 alle 16:21

    Mi chiamo Sergio Di Natale. Sono un batterista professionista,ormai da circa 30 anni .Il mio corpo era completamente in "over use" e avevo problemi di schiena dovuti ad una discopatia cronica.ll dottor  Giampiero Fusco con i suoi trattamenti osteopatici,mi ha liberato dalle contratture,dalle infiammazioni e dal dolore...inoltre con suggerimenti preziosi posturali,sull'alimentazione e anche sul controllo emotivo dell'energia mi ha ridonato nuova linfa ed una capacità inaspettata di utilizzare al meglio le mie risorse psico motorie e muscolari finalizzate ai movimenti sullo strumento...ma ho tratto benefici assoluti in generale,anche nella vita ordinaria.

  • Scritto da: Barbara R.
    Osteopata: Cristiano Meroni
    Data: 18 Dicembre 2012 alle 00:29

    Ho fatto dei trattamenti dall'osteopata x ernia al disco lombare con dolore fortissimo al nervo sciatico da far fatica a camminare e guidare.Dopo diversi trattamenti ho ottenuto un buon risultato il dolore lentamente e' passato.

  • Scritto da: Monica T.
    Data: 12 Gennaio 2013 alle 07:49

    Ho trovato molto beneficio senza dover usare medicine.

  • Scritto da: Riccardo D. A.
    Osteopata: Biagio Bleve
    Data: 14 Gennaio 2013 alle 17:39

    Ho avuto un grosso beneficio dall'Osteopata Biagio Bleve per i miei problemi relativi alla zona lombare e cervicale che si irradiavano alla testa dando mal di testa acuti. Ringrazio ancora l'Osteopata perchè è stato molto professionale, preparato e principalmente molto gentile e premuroso. Grazie

  • Scritto da: Luigi F.
    Osteopata: Emiliano Corsetti
    Data: 7 Maggio 2013 alle 06:39

    A seguito di episodio acuto di ernia discale espulsa paramediana destra L5-S1 

    (febbraio 2013), ha avuto inizio la mia prima esperienza con l'osteopatia. Ho cominciato il ciclo nel mese di Marzo 2013 con cadenza bisettimanale. L'osteopata dopo avere studiato il quadro clinico e dopo avere eseguito un esame obiettivo sulla mia persona, ha predispoto un ciclo riabilitativo a 360 gradi. A distanza di due mesi, devo registrare che ho ripreso la normale attività lavorativa, evitando l'intervento chirurgico diagnosticatomi come necessario da uno dei due neurochirurghi interpellati, ed ho anche riassaggiato l'attività sportiva. I disturbi acuti sono scomparsi e quelli cronici sensibilmente attenuati. Il giudizio, dunque, fino ad ora è positivo, e nutro oggi la speranza di potere finalmente superare gli atavici problemi che affliggono la mia colonna vertebrale.

  • Scritto da: Giuliana Q.
    Data: 7 Maggio 2013 alle 22:40

    Ho migliorato con l'osteopatia, curato la cervicale ma il problema dell ernia nella regione lombare ho fatto l'ozono terapia. Credo che l'osteopata possa curare molto meglio delle medicine.

  • Scritto da: Fabrizio B.
    Osteopata: Emiliano Corsetti
    Data: 5 Luglio 2013 alle 15:47

    dopo il fisioterapista e dopo una lunga serie di iniezioni ero demoralizzato ed ho provato questo essere sconosciuto di nome osteopata. inizialmente si rimane un po scettici ma dopo non si crede ai propri occhi, scusate alla propria schiena. dolore sparito nonostante un periodo molto stressante, si rialzano pesi, si torna in scooter e non succede piu nulla insomma sono rinato. però il percorso da fare deve essere condiviso per ottenere risultati molto piu velocemente.

    TROPPO FORTE!!

  • Scritto da: Valentina C.
    Data: 6 Agosto 2013 alle 16:56 Io sono arrivata all'osteopatia per delle ernie discali, una in articolare totalmente espulsa, operata e recidiva. Avevo perso la sensibilità di quasi tutta la gamba destra. Ora ho recuperato a pieno, e ho trovato benefici anche durante la gravidanza per i dolori al bacino, all'osso pubico e per la nausea. In ultimo, ma non meno importante, ho portato anche mia figlia di tre mesi per un problema di osso occipitale schiacciato che rendeva difficile la suzione al seno.
  • Scritto da: Gabriele P.
    Osteopata: Luciano Maschietti
    Data: 29 Agosto 2013 alle 10:51

    Deputato ad un'operazione certa ho avuto la fortuna di conoscere l'osteopata della zona L.M. che grazie al suo intervento ho risolto al 95% il mio grosso problema alla deambulazione e conseguente irrigidmento del busto in quanto, dopo tc lombo-sacrale mi è stata diagnosticata una doppia ernia ls 4 e ls5 con un quadro clinico debilitante l'attività lavorativa; dopo sole tre sedute sono riuscito a mantenere la stazione eretta effettuando , in maniera indolore, delle passeggiate in pianura sempre più lunghe e progressivamente veloci. Ho avuto modo di pubblicizzare il beneficio avuto e questo mezzo ancora di più rafforza la mia credenza nell'Osteopata tiburtino. L'intervento dell'osteopata mi ha salvato dal pauroso intervento chirurgico ed ore a distanza 12 anni (ora ne ho compiuti 62) anche se leggermente in sovrappeso e conservando un educazione posturale, consigliatami dall'osteopata, riesco a sbarcare il lunario invernale con lievi dolori artrosici causati dall'età e dalla familiarità. Affidatevi all'Osteopatia un'alternativa valida per la soluzione dei problemi osteoarticolari. Gabriele Pischedda

     

  • Scritto da: Michele V.
    Osteopata: Cristiano Meroni
    Data: 10 Settembre 2013 alle 22:33

    Rivoltomi all'osteopata per un'ernia discale lombare con compromissione delle terminazioni nervose pregiudicanti la motricità del muscolo tibiale anteriore, dopo 3 sedute ho avuto dei leggeri miglioramenti per quanto riguarda il recupero della forza del piede, ma, inaspettatamente, ho tratto un grande giovamento per la riacquistata mobilità della zona lombare, che mi affliggeva da circa 3 anni, e che credevo definitivamente perso. Grazie

  • Scritto da: Paola R.
    Osteopata: Emiliano Corsetti
    Data: 28 Settembre 2013 alle 19:11

    Mi sono rivolta al Dott. Corsetti a causa di un'ernia del disco che non mi ha lasciato in pace per settimane, costringendomi a letto per giorni o limitando le normali attività quotidiane. Dopo un'attenta analisi della mia situazione clinica e un colloquio conoscitivo, ha constatato che la mia situazione era ben più complessa e da me sottovalutata: reflusso gastroesofageo, mal di testa, gobba di bisonte, fegato ingrossato, gastrite, e altre meraviglie che mi facevano compagnia da anni. 

    Mi ha mostrato come alcuni di questi problemi siano collegati tra loro, e come il nostro corpo parli a chi sa ascoltarlo, raccontandogli storie che riguardano non solo dolori fisici, ma anche psicologici. 
    Sin dalla primissima seduta ho trovato giovamenti che mi hanno lasciato senza parole. Il dolore che avvertivo alla schiena é notevolmente diminuito, riesco a muovere il collo con facilitá, sto progressivamente migliorando la postura e anche il modo in cui respiro. 
    L'impegno che mi é stato richiesto dall'osteopata è quello di svolgere con regolarità gli esercizi e di fidarmi del suo lavoro per permettergli di intervenire nel migliore dei modi con le manipolazioni. 
    I risultati positivi che sto ottenendo mi motivano a continuare. 
    Che altro dire.. Se non avessi conosciuto l'osteopatia in prima persona... Forse non avrei mai creduto pienamente alle parole di chi ne era entusiasta. Ora faccio parte anch'io del fan club.

  • Scritto da: Mimma S.
    Osteopata: Benedetto Pitò
    Data: 10 Ottobre 2013 alle 09:16

    Dopo due anni di sofferenza per ernia lombare e dopo svariati tentativi di sollievo con antinfiammatori, ho risolto egregiamente e sono ritornata ad un livello accettabile di autonomia con 8 sedute presso l'osteopata Benedetto Pitò di Alcamo. Lo consiglio a tutti!

  • Scritto da: Daniele S.
    Osteopata: Daniele Toschi
    Data: 2 Novembre 2013 alle 16:00

    Salve, ho 23 anni e da piu' di 2 anni soffrivo tutti i giorni di dolori fortissimi nella zona lombare. Non riuscivo a farlo passare con niente, tranne la fiosiorerapia che mi ha aiutato per un po' ma poco dopo i dolori sono ricomparsi. Per fortuna alla fine ho incontrato un Dottore con la "D" maiuscola! Che fin dal primo trattamento mi ha apportato un grande senso di benessere, non il senso fasullo come quello indotto dai farmaci che hanno scarse possibilita' di risolvere il problema, ma ne hanno invece molte di creartene piu' di quelle che gia' non hai. Havete mai letto il foglietto illustrativo all'interno dei medicinali che consumate normalmente per i vostri disturbi? In tutti, nessuno escluso, (ovviamente la medicina "alternativa" non appartiene a questo ramo) c'e una carrellata di effetti collaterali con una percentuale piu' o meno alta di capitare. Grazie Dottor Daniele Toschi, perche' mi hai ridato indietro i miei 23 anni, facendomi ricordare quanto e' bello e prezioso il proprio benessere, ma soprattutto a conservarlo grazie a dei semplici esercizi di ginnastica posturale che adesso mi accompagnano tutti i giorni. 

  • Scritto da: Gianni L.
    Osteopata: Massimo Valente
    Data: 17 Marzo 2014 alle 12:42

    Sono Gianni Lezzi, ho 39 anni, il mio hobby è quello della corsa e faccio un lavoro che mi porta a stare in piedi anche 15 ore (per fortuna accade di rado), la mia schiena è mal concia e i primi esami strumentali hanno evidenziato delle protrusioni discali nella zona lombo-sacrale già 14 anni fa. Tutti questi anni e anche prima hanno tormentato la mia vita quotidiana, niente calcio, niente sport traumatici in genere, stop lavorativi e tutto quello che riesce ad impedire il naturale svolgimento delle normali attività fin anche prendere in braccio i propri bambini.
    L'ultimo episodio infiammatorio è stato il più violento, praticamente è durato ben 5 mesi ininterrottamente, in questi mesi ho provato di tutto, litri di farmaci, le più svariare e innovative fisioterapie, ovvi stop lavorativi e sportivi. L'ultima terapia che ho fatto consigliata da un ortopedico era fatta di oppiacei e cortisone in dosi massicce con scarso esito.

    La brutta bestia è stata domata solo quando un carissimo amico mi ha consigliato di farmi vedere da un osteopata, un tale Massimo Valente, dicendomi che lui da poco era stato trattato per un problema ad un tendine d'Achille con ottimi risultati. Se devo essere sincero, su due piedi ho pensato: "cosa mai potrà fare questo osteopata?" E poi "chi è l'osteopata?", "cosa fa?". Una volta giunto al cospetto di Massimo, mentre mi poneva domande strane (a mio giudizio) mi continuavo a chiedere: sarà una bufala?  Invece ho dovuto ricredermi di brutto perchè dopo l'anamnesi ha proceduto con la manipolazione e mentre la praticava mi inondava di consigli utili per vivere meglio. L'esito finale di questa splendida esperienza è che, io, dopo tanti anni di forti dolori, come per magia mi sono ritrovato a correre con continuità, a non assumere nessun tipo di farmaco, a lavorare senza risparmiarmi in niente.

    La cosa che mi dispiace di più è che, quando racconto la mia esperienza agli amici, ho paura che possa sembrare poco credibile, specialmente a quelli che non credono ai miracoli. Comunque non finirò mai di ringraziare quell'amico che mi ha dato l'indirizzo dell'ultima spiaggia e ovviamente grazie Massimo mi sta facendo vivere la vita da un'altra prospettiva fino ad oggi a me sconosciuta. 

Lascia una testimonianza

Elenco testimonianze