14 Utenti Online
Iscriviti alla newsletter

Tuttosteopatia.it è in rete con il sito francese e tedesco sull'osteopatia.
Non troverete la traduzione ma il collegamento al portale osteopathia-france.net e osteokompass.de

osteopathie france osteokompass
Carrello

Cerca

Blog

Archivio Post

Ultimi Post Inseriti

Post più letti

Ultimi Post Commentati

Aumentano le intolleranze alimentari: il perché nel video dell'Abap

Giovedì 15 Dicembre 2011#14:30 | pubblicato da: La Redazione | 4 commenti

X Grain. Ma non chiamateli ogm. Questo il titolo del video realizzato da Stefano Di Lauro e prodotto da Abap - Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi, in cui diversi esperti tra medici, biologi, agronomi, naturopati, e anche l'avvocato Domenico Romita responsabile nazionale AdC, spiegano la vera natura pericolosa del grano presente in moltissimi alimenti di consumo giornaliero. Organismi Geneticamente Modificati, appunto. E riso, colza, mais, pomodori sono tra i più diffusi.main

“Regola numero 1: salvare la pelle! Poi viene tutto il resto”. Inizia con questo monito di Valentino Dibenedetto, agronomo e coltivatore di agricoltura biodinamica, il video X Grain, che si apre dunque con l'esortazione a mangiare grano antico, khorasan, germanella, kamut, farro, come antidoto per “salvare la pelle”.

"Si tratta di tutte quelle varietà che non hanno subito modificazioni genetiche in laboratorio – spiega Alessandro Volpone,  storico delle Scienze Agrarie - tramandatesi sino ai giorni nostri grazie alla tenacia di piccoli coltivatori o, soprattutto negli ultimi decenni, grazie alle banche del germoplasma”.

Purtroppo, però, la stragrande maggioranza di cibi comunemente mangiati, non deriva da cereali antichi.

“I cereali che troviamo sulle nostre tavole sono frutto di ibridazioni selettive e di miglioramento genetico ottenuto anche con trattamenti radioattivi al fine di ridurne la taglia” spiega l'agronomo e naturopata Porzia Camporeale. D'altronde, si apprende nel video dalla spiegazione di Francesco de Ceglia, storico della Scienza, “già dalla fine degli anni 50, nel laboratorio per le applicazioni in agricoltura del Comitato Nazionale per l'Energia Nucleare, si conducevano sperimentazioni sul grano duro, soprattutto sulla vecchia varietà ‘senatore cappelli’ (frumento a fusto alto) che fu ripetutamente irraggiata con cobalto radioattivo, ottenendo una varietà nana più resistente alle intemperie e più idonea alle esigenze di filiera”.

E intanto aumentano a dismisura le persone intolleranti al latte, ai lieviti, al frumento. La relazione con le ibridazioni selettive dei frumenti è chiara, quanto preoccupante.

“Tanti sono i danni provocati da quello che ingeriamo”. A dirlo, il medico e nutrizionista Pietro Vicenti che spiega come “proprio i frumenti, che hanno nutrito le genti per millenni, adesso sono causa di intolleranze e di disturbi per molte persone perché fortemente stressogeno, acidogeno”. Via libera dunque al grano non trattato, al khorasan, kamut, al farro, al grano duro senatore cappelli per stare in salute e mangiare sicuro.

“Molti alimenti non sono tollerati dal nostro organismo per una carenza di alcuni enzimi per esempio digestivi - spiega la dott.ssa Caterina Origlia, medico specialista in Medicina Interna – oppure perché il nostro organismo, nella sua memoria, non dispone di sistemi metabolici e digestivi atti a considerare tali alimenti compatibili”.
E come può un OGM essere riconosciuto dalla memoria cellulare del nostro organismo? Non può.

Ma cosa sono gli OGM, Organismi geneticamente modificati?

Come spiega Domenica D'Elia nel video X Grain, è stata una direttiva del 2001 della Comunità Europea , emessa per regolamentare l'emissione nell'ambiente di organismi geneticamente modificati, a definire l'OGM come un “organismo, diverso dall’essere umano, il cui materiale genetico è stato modificato in modo diverso da quanto avviene in natura con l’accoppiamento e/o la ricombinazione genetica naturale”.
E' però la stessa normativa europea ad escludere gli OGM per fusione cellulare o per mutagenesi (ossia qualsiasi modificazione artificiale indotta su un acido nucleico che può essere ottenuta sia attraverso sostanze chimiche che radiazioni ad alta frequenza), “non specificando però – evidenzia la dott.ssa D’Elia -  a quale procedura di mutagenesi essa si riferisca”.

Questo significa che per la CE un grano geneticamente modificato non può dirsi un Organismo Geneticamente Modificato.

Se a questo si aggiunge che ad oggi non esiste una direttiva Comunitaria riguardante l'etichettatura dei prodotti ottenuti da animali nutriti con mangimi Geneticamente Modificati, diventa lampante il grosso problema e i rischi per la salute delle persone che hanno origine a tavola.

Per saperne di più rimandiamo alla visione del video X Grain. Ma non chiamateli ogm

Rimandiamo anche alla puntata "Terra e Cibo" del programma di Rai 3 "Presa Diretta" andata in onda il 9 ottobre 2011.



Presente in Alimentazione, Discipline Complementari | Commenti (4) | Scrivi | Segnala ad un amico Invia ad un amico | Stampa
Tags: cerealifarrogranointolleranzekamutogm

I vostri commenti (4 Commenti)

  • Scritto da: Fabio Chirivì
    Data: 20 Dicembre 2011 alle 21:44

    Tutto ciò che deriva dal cereale, dalle graminacee, è dannoso per il nostro organismo semplicemente perchè non è cibo idoneo per la nostra specie,compresi i cereali antichi.La nostra biologia evolutiva ce lo dice.Si mangia solo ciò che è possibile 'prendere' in natura, come fanno gli animali allo stato brado. E noi siamo ANIMALI...'civilizzati',purtroppo o per fortuna...

  • Scritto da: maria formisano
    Data: 18 Gennaio 2012 alle 09:11

    da tempo siamo molto attenti all'alimentazione, cerchiamo di selezionare il buon grano negli acquisti. naturalmente queste informazioni aiutano a prendere consapevolezza e quindi a regolarsi di conseguenza. grazie per la circolazione delle stesse

  • Scritto da: Enrico
    Data: 20 Gennaio 2012 alle 11:44

    Quindi anche l'uomo (inteso come homo sapiens sapiens) non è naturale, in quanto frutto di mutazioni genetiche (almeno stando a Darwin). O siete anche creazionisti, oltre che naturopati?

  • Scritto da: Admin
    Data: 20 Gennaio 2012 alle 12:59

    Ciao Enrico,
    il video XGrain, come hai potuto leggere, è stato realizzato da medici, agronomi, storici della scienza e anche naturopati; lo stesso è stato prodotto da Abap - Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi. Si tratta di studiosi e professionisti esperti del settore. Tra loro, dunque, nessun "creazionista", ma persone che raccontano dei fatti. Saluti

Scrivi un commento


scegli la scuola giusta per te

Quello che il bruco chiama la fine del mondo, il maestro la chiama la nascita di una farfalla.
Lao Tse

NEWSLETTER

Tutte le novità, le promozioni, news, aggiornamenti nella tua casella e-mail

Promozioni in corso

Guarda tutte le offerte