13 Utenti Online
Iscriviti alla newsletter

Tuttosteopatia.it è in rete con il sito francese e tedesco sull'osteopatia.
Non troverete la traduzione ma il collegamento al portale osteopathia-france.net e osteokompass.de

osteopathie france osteokompass
Carrello

Cerca

Blog

Archivio Post

Ultimi Post Inseriti

Post più letti

Ultimi Post Commentati

Osteopatia e gravidanza: i consigli dell'osteopata dopo il parto

Lunedì 28 Febbraio 2011#09:53 | pubblicato da: Massimo Valente | nessun commento

L’intervento dell’osteopata è molto utile dopo la gravidanza e varia a seconda del tipo di parto a cui ci si è sottoposti.

Parto naturale

  1. Se il parto è naturale bisogna verificare la mobilità del sacro. Ci sono delle depressioni post parto dovute al non adattamento del sacro post parto, con conseguenti sintomatologie legate alla colonna e all'osso sacro.
  2. Se durante questo tipo di parto naturale è stata effettuata la manovra di Kristeller, possono insorgere dei problemi quali traumi costali che, a loro volta, possono indurre a problemi digestivi.
    Questa manovra, vietata per legge in molti Paesi (es. Inghilterra), consiste nell'applicazione di una spinta a livello del fondo dell'utero con lo scopo di facilitare l'espulsione della testa fetale in fase espulsiva avanzata.
  3. I problemi di mobilità costale, inoltre, possono determinare delle difficoltà nell'allattamento.
  4. Verificare la mobilità dell’intestino nel riadattamento post parto è essenziale
  5. Verificare che l’utero si sia riposizionato correttamente.

Manovra di Kristeller

Parto cesareo

Se non è programmato (cesareo d’urgenza che segue al travaglio) si possono presentare tutti i problemi spiegati sopra e relativi al parto naturale, poiché spesso il parto non viene portato a termine perché molto difficile partorire nelle condizioni tipiche di un parto naturale, così come inteso negli ospedali. Quindi ai problemi che seguono un parto “naturale”, si aggiungono quelli dovuti al cesareo.main
Se il parto cesareo è programmato, molto probabilmente la mamma ha già subito in precedenza un altro parto chirurgico addominale (parto cesareo iterativo).
In questo caso si presenteranno 2 cicatrici le quali vanno trattate osteopaticamente subito dopo la cicatrizzazione definitiva (circa 3 mesi). Il trattamento osteopatico è essenziale per liberare le aderenze che certamente si sono costruite e liberare la mobilità dell’utero e dell’intestino.

Vi ricordiamo che l’allattamento è molto importante.
Per maggiori informazioni sull’allattamento materno visitate questa pagina: http://www.tuttosteopatia.it/cat/discipline-compl/alimentazione/.
L’intervento dell’osteopata dopo il parto, dunque, è di estrema importanza non solo per la mamma, ma anche per il bambino. L’osteopatia può essre d’aiuto per tutte le patologie; il trattamento delle otiti medie nei bambini o della plagiocefalia, sono solo alcune delle azioni osteopatiche che si possono intraprendere sui neonati.

Approfondisci la lettura nella sezione Come può aiutarti del sito:

 

 

 



Presente in Gravidanza, Osteopatia e Gravidanza | Commenti (0) | Scrivi | Segnala ad un amico Invia ad un amico | Stampa
Tags: Allattamentocesareogravidanzamanovra di kristellerosteopatiaparto

Scrivi un commento


scegli la scuola giusta per te

A nessuno la vita è stata data in possesso, a tutti in usufrutto.
Lucrezio

NEWSLETTER

Tutte le novità, le promozioni, news, aggiornamenti nella tua casella e-mail

Promozioni in corso

Guarda tutte le offerte