37 Utenti Online
Iscriviti alla newsletter

Tuttosteopatia.it è in rete con il sito francese e tedesco sull'osteopatia.
Non troverete la traduzione ma il collegamento al portale osteopathia-france.net e osteokompass.de

osteopathie france osteokompass
Carrello

Cerca

Blog

Archivio Post

Ultimi Post Inseriti

Post più letti

Ultimi Post Commentati

"Approccio osteopatico in un Reparto di Neurochirurgia": studio prospettico presentato al Congresso di Firenze

Lunedì 6 Giugno 2011#12:33 | pubblicato da: La Redazione | nessun commento

I bambini affetti da dolore post operatorio, post traumatico, o da dolore legato a procedure invasive locali (punture lombare, posizionamento di accessi venosi...) possono godere di un miglioramento grazie all'Osteopatia. E' quanto dimostrato nella fase iniziale dello studio prospettico Approccio osteopatico in un Reparto di Neurochirurgia, presentato a Firenze nell'ambito del Congresso Internazionale di Osteopatia "Verso un'integrazione fra le medicine".

Condotto dal primario, dr. Lorenzo Genitori, e dall'osteopata Tommaso Ferroni, nel Reparto di Neurochirurgia Pediatrica dell'ospedale "Meyer" di Firenze, lo studio nasce dall'idea di provare ad utilizzare un osteopata per trattare i bambini ricoverati nel Reparto di Neurochirurgia di un Ospedale Pediatrico. Durato 11 mesi, il lavoro di ricerca ha fornito dati incoraggianti per quanto riguarda la valutazione del dolore, prima e dopo il trattamento osteopatico.

Inclusi nello studio 80 bambini ricoverati nel reparto, ad esclusione di quelli in corso di accertamenti o con dati incompleti. I bambini sono poi stati suddivisi in 5 gruppi di patologie: traumi, tumori, craniostenosi, sindrome di Chiari, idrocefali.

L'aiuto osteopatico nella riduzione del dolore

Una scala di valutazione del dolore ha permesso di valutarne l'intensità prima e dopo il trattamento manipolativo osteopatico, consegnando ai ricercatori risultati incoraggianti, sebbene ancora in fase di valutazione. Diminuito del 17 per cento il dolore nei bambini reduci da traumi; del 20 per cento nei bambini affetti da tumore e anche dalla Sindrome di Chiari; del 18,34 per cento invece la riduzione del dolore causato da Craniostenosi e del 5,55 per cento nei bambini affetti da Idrocefalo.

Nessuna variazione è stata per adesso riscontrata nei tempi di degenza. Per i tempi di ritorno a scuola ci sarà ancora da aspettare perché il dato è elaborato direttamente dalla Regione Toscana.

"Il nostro studio è ad una fase iniziale - si legge in una nota scritta dagli autori Genitori e Ferroni - e non abbiamo voluto trarre delle conclusioni. Oltretutto frequentando il Reparto stanno nascendo nuove idee per possibili obiettivi, come la possibilità di ridurre alcuni farmaci antidolorifici".

 

 

 



Presente in Pediatria | Commenti (0) | Scrivi | Segnala ad un amico Invia ad un amico | Stampa
Tags: bambiniidrocefaloneuropsichiatriaosteopatiascala del doloresindrome di Chiaritraumitumore

Scrivi un commento


scegli la scuola giusta per te

Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini.
Dante Alighieri

NEWSLETTER

Tutte le novità, le promozioni, news, aggiornamenti nella tua casella e-mail

Promozioni in corso

Guarda tutte le offerte