21 Utenti Online
Iscriviti alla newsletter

Tuttosteopatia.it è in rete con il sito francese e tedesco sull'osteopatia.
Non troverete la traduzione ma il collegamento al portale osteopathia-france.net e osteokompass.de

osteopathie france osteokompass
Carrello

Cerca

Forum | Chiedi all'osteopata

 
Regolamento " Registrati Ciao Ospite. Registrati per accedere a tutti i servizi

Richesta centro osteopatia contro ernia iatale e reflusso

Tags: Ernia iatalemanifestazioni tipiche e atipichereflusso gastroesofageo
Aggiungi una risposta
AutoreMessaggio

Marco B

Salve,

sto cercando un centro di osteopatia specializzato per il trattamento dell'ernia iatale e il reflusso nella zona romana.

Sono un soggetto di sesso maschile 47 anni e mezzo, 1.74 cm 82 kg (sovrappeso, prima ero prima obesità), con problemi di ernia iatale e reflusso da circa 14 mesi (da febbraio 2016). Storia di stress lavorativo da almeno 2 anni.

Lo scorso anno ho avuto essenzialmente problemi alla gola. Gastroscopia eseguita nel maggio 2016 evidenziava ernia iatale con risalita stomaco. No Barrett, no HP, no esofagite.

Quest'anno non riesco a correre bene e sento di dover respirare profondamente. Ho più dolori all'epigastrio che s'irradiano verso le costole. Insomma sento più dolori tipicamente fisici, mentre il reflusso non mi da granché fastidio alla gola (solo qualche volta ingoio saliva e catarro).

Fatta anche ultima laringoscopia di controllo a febbraio 2017 (altre 2 lo scorso anno) che confermava scomparsa edema alla gola.

Ho preso 4 tipi di IPP (pantoprazolo, nexium, esoprazolo, ecc.) con risultati non enormi alla gola, leggermente migliori per il dolore retrosternale.

Presi vari antiacidi.

Visita gastro all'estero (fine giugno 2016) dove professionista medica mi ha prescritto farmaco che mi ha portato sollievo oltre all'IPP (tensium gastric venduto solo in Argentina, a base di alprazolam 0,25 mg domperidone 10 mg, simeticone 40 mg, mezza compressa prima di pranzo, mezza prima di cena).

Quest'anno a febbraio dopo ricaduta ho fatto circa un mese di esoprazolo e gastrotuss. Ricominciato ieri perché non passa fastidio retrosternale (anche se non è insopportabile), 1 di 40 mg prima di cena. Cominciato anche trattamento con alprazolam 0,25 mg prima di cena e di pranzo e mylicon 10 mg una volta al giorno prima di pranzo.

1) devo fare altra gastroscopia? L'ernia potrebbe essere peggiorata con la corsa (ripeto ne ho fatta una in maggio 2016, in Italia)?

2) è sufficiente altrimenti fare RX con mezzo di contrasto da portare dall'osteopata?

RingraziandoVi, 

attendo vostra risposta.

Cordialmente

Marco B

Pubblicato il 5 Aprile 2017 alle 22:13 - Rispondi

NEWSLETTER

Tutte le novità, le promozioni, news, aggiornamenti nella tua casella e-mail