31 Utenti Online
Iscriviti alla newsletter

Tuttosteopatia.it è in rete con il sito francese e tedesco sull'osteopatia.
Non troverete la traduzione ma il collegamento al portale osteopathia-france.net e osteokompass.de

osteopathie france osteokompass
Carrello

Cerca

Corsi Torna al calendario

Osteopatia Quantistica e Biofisica Informazionale II seminario


Organizzato da:

Centro Galeno


Rivolto a:

Osteopati, medici chirurghi, odontoiatri, studenti in osteopatia

  • INFO CORSO
  • Programma |  
  • Downloads |  
  • Contatti |  
  • Mappe e percorso
Organizzatore
Centro Galeno
Relatore
Nuccio Onofrio Russo
Sede
Fondazione Don C. Gnocchi, centro S. Maria al Mare, via Leucosia, 14
Costo
500.00
Pagamento
bonifico intestato a GALENO S.R.L. avente cod. IBAN IT90T0865704609052878853310
Termine per l'iscrizione
30 aprile 2009

La biofisica è la scienza che studia i principi della fisica applicata agli
organismi viventi e vitali. Lo studio della biofisica applicata all’osteopatia permette agli osteopati di comprendere meglio gli aspetti complessi e più profondi del sistema vivente.

La metodologia proposta nei tre seminari che compongono il corso pone i suoi principi
nella biofisica informazionale e quantistica, e si struttura in un procedimento di lavoro che
permetterà una maggiore percezione sul flusso dei fluidi inerenti ed interagenti nei tessuti
dell’organismo del sistema vivente.

Questo modello di ampio raggio applicativo permette di esplorare e liberare, con
precisione, le aree in cui le cariche stanno fluendo, e di definire come questi flussi siano
imprigionati e rallentati nelle maggiori zone di turbolenze: le ZONE SHOCK.
Le zone shock rappresentano le aree di massima perdita gravitaria, di biforcazioni
vascolari e di turbolenze biodinamiche.

Durante la tecnica dello STRACCIO si induce, attraverso un particolare movimento
“torcente” sui siti shock, un codice di frequenza che genera uno spostamento del flusso di
ioni, da cui scaturisce una produzione di calore ed un effetto regolativo sulla componente
omeodinamica della cellula.
Dalla liberazione delle zone shock (aree di massima perdita
gravitaria, di biforcazioni vascolari e di turbolenze
biodinamiche) scaturisce una maggiore libertà di
fluttuazione e scorrimento dei flussi dei fluidi in modo
che l’organismo possa avere una maggiore libertà di
comunicazione cellulare.

È dal ripristino della comunicazione tra gli elementi (cellule,
organi) che si otterrà il ripristino sia dell’omeoresi sia dell’omeostasi.
Per maggiori informazioni

e-mail : galenosrl@tiscali.it

tel. 091 6850146.

non sono presenti downloads
||Sede del corso:
Fondazione Don C. Gnocchi, centro S. Maria al Mare, via Leucosia, 14
vai alla mappa su Google Maps