La Fondazione C.O.ME. Collaboration Onlus annuncia la nascita di "Come for Children" (C4C), un progetto ispirato a princìpi di solidarietà ed utilità sociale, che si occupa di fornire trattamenti osteopatici gratuiti a bambini con disabilità psico, fisico, sociali anche attraverso importanti missioni umanitarie nei Paesi in via di sviluppo.

Inteso come la naturale prosecuzione del Neo Project, il nuovo progetto è ideato da un team multidisciplinare, con lo scopo di studiare il ruolo dell'osteopatia in campo pediatrico per migliorare la salute e la crescita del bambino, specialmente se portatore di disabilità.

Rivolto ad associazioni e fondazioni di malati, C4C - presente in Italia attraverso i centri operativi costituiti all'interno delle varie regioni italiane - vuole essere anche un sostegno diretto alle famiglie, per offrire una risorsa in più nel corso dell'importante processo d'integrazione e valorizzazione delle potenzialità del bambino.

"Professionalità, collaborazione, specializzazione e diffusione su tutto il territorio italiano permetteranno al progetto di divenire un riferimento per le famiglie, le fondazioni e le associazioni di malati" - assicura il Direttore del Progetto "Come for Children", l'osteopata Alessandro Accorsi - dichiarando la propria volontà di sposare una"filosofia in controtendenza rispetto alla tendenza attuale a lasciare indietro gli elementi più fragili nella società" - racconta - "ma al contrario basata sull'empatia e sulla qualità morale dell'altruismo, di interessarsi al benessere dei propri simili" . 

Come for Children" (C4C) prevede anche delle giornate di formazione "hand to hand" con importanti osteopati di fama internazionale. Per l'estate 2017 sono previste 3 giornate formative con gli insegnanti di osteopatia biodinamica della Teaching Faculty di James Jealous: Roberto Frumento e Roberto Guglielmi insieme alla musicoterapeuta Anna Boesso il 18 e 19 Luglio e Veronique Everarts il 2 Agosto.

Questi eventi - ci dice Accorsi - offrono la possibilità di effettuare trattamenti osteopatici su bambini con disabilità sotto la supervisione di osteopati altamente specializzati e che operano nel settore pediatrico. Per questo motivo le giornate di formazione sono indispensabili e rappresentano un'occasione unica di confronto per un lavoro come quello dell'osteopata basato sulla palpazione e sull'esperienza sensoriale".

 Per partecipare al progetto è necessario in primo luogo entrare a far parte della fondazione C.O.ME. Collaboration Onlus  accedendo al programma in questa pagina, ovvero inviando una mail alla segreteria info@comecollaboration.org.

Ulteriori informazioni o dettagli del progetto C4C all'indirizzo mail comeforchildren@gmail.com.