La depurazione del fegato, o lavaggio epatico, è un trattamento naturale molto efficace per eliminare i calcoli e quindi ritrovare l'equilibrio e la salute dell’organismo in generale.
Non tutti sanno che i calcoli non si formano soltanto nella cistifellea, bensì proprio nel fegato, un organo importantissimo, atto a produrre, trasformare ed approvvigionarsi di moltissime sostanze nutritive, enzimi ed ormoni.

E' possibile provvedere autonomamente al “lavaggio epatico”, con un metodo testato personalmente, molto semplice ed efficace, messo a punto da Andreas Moritz, esperto di medicina naturale ed autore del libro Guarire il fegato con il lavaggio epatico. Il trattamento naturale più efficace per eliminare i calcoli e ritrovare il benessere attraverso la depurazione.

Il giorno migliore per iniziare la procedura di depurazione epatica è un giorno compreso tra la luna piena e la luna nuova. E' bene cercare di evitare i giorni di luna piena perché sono quelli in cui il corpo tende a trattenere i liquidi meglio cominciare il lunedì.

E' buona cosa fare un clistere o un lavaggio intestinale prima e dopo del trattamento soprattutto per chi è stitico.

Nei 6 giorni precedenti al trattamento è consigliabile bere un litro di succo di mela biologico 100% fuori dai pasti e nell'arco della giornata. In sostituzione si può utilizzare della camomilla.

Giorno del trattamento:

Effettuare una colazione leggera, senza proteine animali e senza grassi (ideale frutta e muessli o una fetta di pane).

Massimo ore 13,30 pranzo di sola frutta acquosa o riso basmati bianco con verdura al vapore. Non consumare assolutamente cibi proteici, burro o olio.
Dopo pranzo non mangiare più, bere solo acqua o al massimo tisane di malva, finocchio o camomilla.

Ore 18 un cucchiaio di Sali di Epsom (solfato di magnesio) in ¾ di bicchiere pari a 180 ml. Può essere molto utile tenere in bocca una fetta di limone mentre si beve la pozione, per diminuirne il sapore amaro.

Ore 20 un cucchiaio di Sali di Epsom (solfato di magnesio) in ¾ di bicchiere pari a 180 ml.

Ore 22 Miscelare bene ½ bicchiere di olio d'oliva con la spremuta a mano di pompelmo (limone o arancia) da riempire ¾ di bicchiere e bere subito preferibilmente in posizione eretta, possibilmente in maniera continua, quindi sdraiarsi sulla schiena con il busto leggermente rialzato (aiutarsi a tenere la posizione con uno-due cuscini dietro la schiena). Potreste sentire i calcoli che scendono come bilie attraverso i dotti biliari. Non c’è nessun dolore perché le valvole dei dotti biliari sono aperte grazie ai sali Epsom. Immediatamente dopo aver bevuto sdraiarsi a letto, coricarsi e rimanere perfettamente immobili per 20 minuti e cercare di non parlare.

Il mattino dopo, alle ore 6 un cucchiaio di Sali di Epsom (solfato di magnesio) in ¾ di bicchiere pari a 180 ml.

Ore 8 un cucchiaio di Sali di Epsom (solfato di magnesio) in ¾ di bicchiere pari a 180 ml.
Inizieranno le scariche evacuative, con una frequenza abbastanza intensa che si protrarranno sino al primo pomeriggio.

Ore 10 si può bere una spremuta di frutta e successivamente frutta fresca.
All'ora di pranzo si potrà mangiare un pasto leggero, come quello del giorno precedente, con qualche verdura in più. La sera si potrà cenare normalmente, senza proteine animali e con poco olio d'oliva

Un lavaggio epatico più semplice è quello che vi indichiamo di seguito, proposto da Rocco Palmisano

Premesse per un esito ottimale del trattamento:

  1. Chi è stitico il giorno precedente al trattamento dovrà fare un clistere o prendere un purgante;
  2. Chi non digerisce bene dovrà fare una colazione senza grassi verso le ore 10, dopo dovrà bere solo acqua sino all'inizio del trattamento, oppure tisana di camomilla, finocchio o malva.
  3. Le dosi dei sali sono in rapporto con il peso corporeo: 18 grammi (18 capsule) fino a 60 kg di peso; 25 grammi (25 capsule) fin o a 75 Kg di peso; 36 grammi (36 capsule) oltre gli 80 Kg di peso corporeo.
  4. Gli esiti del trattamento possono differire da persona a persona ma anche da una volta all'altra nella stessa persona.

Trattamento:

  1. Ore 12/13 piccolo pasto a svuotamento veloce (solo frutta acquosa oppure riso oppure pasta con condimento leggero senza grassi).
  2. Dopo pranzo: bere solo acqua oppure oppure tisana di camomilla, finocchio o malva.
  3. Ore 18/19: sciogliere la propria dose di sali del contenitore A di Alkacleanliver - Preparato alimentare alcalino, in mezzo litro d'acqua e bere subito.
  4. Ore 20/21: sciogliere la propria dose di sali del contenitore B di Alkacleanliver - Preparato alimentare alcalino, in mezzo litro d'acqua e bere subito.
  5. Ore 22/23: miscelare 100 ml di olio di riso con la spremuta di un pompelmo oppure con la tisana di camomilla (più indicata per chi ha problemi di stomaco) e bere subito.
  6. Appena bevuta la miscela di olio, coricarsi subito sul fianco sinistro per mezz'ora; dopo mettersi a pancia sotto per un'altra mezz'ora. Se non ci si addormenta a pancia sotto, ci si può mettere supini, ma non sul fianco destro. E' preferibile utilizzare una borsa di acqua calda sul fegato per aiutare la fuoriuscita del contenuto dei dotti epatici.
  7. Evitare di alzarsi almeno per un'ora da quando si assume l'olio.
  8. L'indomani mattina si può fare colazione dopo le 10.

Evitare il trattamento in gravidanza, in soggetti con insufficienza renale o in condizioni gravi di salute.

Alkacleanliver - Preparato alimentare alcalino

suggerito da Rocco Palmisano