ARGOMENTIARGOMENTI

European Osteopathic Project

Nella nostra scuola abbiamo sempre evitato di fare le dimostrazioni costruite ad arte tipo open day.
Per questo motivo abbiamo inventato la formula degli uditori, che dava a tutti la possibilità di assistere ad una nostra normale giornata di lezione.
Nel tempo questa formula si è evoluta nelle “lezioni aperte” dove gli aspiranti allievi potevano scegliere una lezione di loro interesse, ottenendo alla fine della lezione un attestato di partecipazione.
Nel nostro percorso di continua sperimentazione e di ricerca sull'efficacia dell’insegnamento, dall'anno scorso abbiamo trasformato il programma a griglia oraria in programma “liquido” dove gli argomenti possono essere spostati in avanti nel tempo se dalle verifiche risulta che l’obiettivo della lezione non è stato raggiunto ovvero l’argomento precedente non è stato ben digerito dalla maggioranza degli allievi.
Come fare dunque per dare la possibilità agli aspiranti allievi di vedere un argomento che interessa particolarmente?
Semplice, attraverso delle verifiche telematiche: con un buon anticipo dell'idea degli argomenti che tratteremo nel seminario successivo, due settimane prima renderemo noti gli argomenti delle lezioni.

Direttore Didattico
dott. Dario Vitale

Intervista al direttore
Come, quando e dove nasce il progetto della vostra scuola? European Ostheopatic Project nasce – nel 1999 – dalla volontà di Alain Bernard, Eddy Deforest e Dario Vitale, tra i primi a praticare l’osteopatia in Italia, di offrire un insegnamento pragmatico e veritiero, adatto alla pratica  di studio In che cosa si distingue la vostra scuola? Abbiamo la pretesa di formare dei professionisti per cui:

  • Dedichiamo particolare attenzione all’osteopatia strutturale (che è la domanda del 90% dei pazienti), raccogliendo l’eredità dei padri dell’osteopatia, un po’ oscurata dalle tendenze “funzionale” oggi in voga nel mondo osteopatico; anche se la nostra formazione è a 360° con alcuni tra i migliori insegnanti europei (C. Hannard, C. De Brabandere; G. Finet, C. Williame, F. Didier)
  • Tutti i nostri insegnanti sono professionisti con studi avviati
  • Nel nostro corso di studio è inserito un insegnamento che abbiamo chiamato “Il mestiere dell’osteopata” che verte su tutti quegli aspetti della professione, che non sono né il sapere teorico nè la tecnica
  • La nostra struttura didattica è particolarmente accogliente
Quali sono i progetti che avete in cantiere? Siamo particolarmente attenti (per questo abbiamo creato i seminari de “Il mestiere dell’osteopata”) all’inserimento professionale dei nostri allievi. In questa direzione stiamo lavorando su numerose iniziative volte a diffondere l’osteopatia presso il grande pubblico Pensate che possa essere migliorata ulteriormente la didattica dell’osteopatia? La cosa importante in una disciplina essenzialmente pratica è che tale sia anche l’insegnamento. D’altronde la tensione a migliorarsi, deve essere sempre presente, in una scuola di un certo livello.

Sede a Roma

Via Golametto 2, 00195 - Roma

Copyright © 2004 - Tuttosteopatia.it Tutti i diritti riservati
Power by Eter s.r.l. unipersonale P.I. 07180680725
Tuttosteopatia, testata giornalistica reg. n. 10/12 – Registro dei giornali e periodici - Tribunale di Trani del 30 maggio 2012