Si è chiuso in questi giorni il SOVI Study, lo studio osservazionale dal titolo “Servizi Osteopatici inclusi nei Teammain Sanitari Italiani di Super Lega e A2 di Volley: uno studio Cross-Sectional”. Si tratta di un progetto supportato dalla partnership scientifica con il GIOSBE, volto a dare ai BP Lab (Best Practice Lab) un riconoscimento scientifico e a produrre dati aggiornati sui Servizi Osteopatici (SO) nella pallavolo professionistica italiana, a fronte di una ricerca limitata sul rapporto esistente tra SO e inclusione nei team sanitari sportivi.

Nato dall'incontro fortuito a seguito di un infortunio sul campo da volley nel periodo 2014/2015 tra l'osteopata Claudio Civitillo e Mario Scappaticcio, forte palleggiatore e all'epoca capitano in forza alla società sportiva EmmaVillas, l'idea del progetto nasce insieme al percorso di cura osteopatico intrapreso dal giocatore professionista, dando il via ad uno scambio di idee e di esperienze professionali tra i due, che presto ha lasciato spazio al BP Lab in ambito della pallavolo vedi Volley & Research, utilizzando la metodologia scientifica.

Target della ricerca, la pallavolo professionistica italiana maschile e le società che utilizzano i trattamenti manipolativi osteopatici nei team sanitari sportivi. È stato realizzato un protocollo di studio per esplorare la prevalenza dei servizi osteopatici nei team sportivi e valutare una eventuale correlazione esistente tra questi e i primi 4 posti in classifica a fine regular season.

Cliccando qui è possibile accedere al protocollo open access.

Ciò che ci si attende dallo studio è di incrementare le conoscenze riguardo l'osteopatia in ambito sportivo della pallavolo e le informazioni per nuovi studi da pianificare riguardo i servizi osteopatici nello sport professionistico e amatoriale a favore di politiche sanitarie che tutelino gli atleti.