Pubblicata sull'International Journal of Environmental Research and Public Health il lavoro di tesi condotto dagli studenti S.O.M.A. Chiara Viganoni e Alessandro Nanussi con il contributo di Andrea Manzotti, direttore S.O.M.A., e di Dorina Lauritano, Silvia Bernasconi, Alice Paparo e Rachele Risso del Dipartimento di Medicina e Chirurgia, Centro di Neuroscienze dell'Università Bicocca di Milano.

"Evaluation of the Stomatognathic System before and after Osteopathic Manipulative Treatment in 120 Healthy People by Using Surface Electromyography". Questo il titolo dello studio che ha voluto valutare l'azione del trattamento manipolativo osteopatico sull'attività muscolare dell'apparato stomatognatico mediante l'uso dell'elettromiografia di superficie, un esame diagnostico che permette di studiare come i motoneuroni di una determinata area del corpo interagiscono con i muscoli a loro connessi.

Lo studio randomizzato controllato in doppio cieco è stato condotto su un campione di 120 soggetti adulti sani (47 maschi e 73 femmine) tra 19 e 62 anni, tutti valutati valutati presso l'Istituto di Osteopatia di Milano "S.O.M.A.".

Obiettivo di questo lavoro multidisciplinare tra osteopati e odontoiatri, quello di convalidare l'efficacia dell'OMT in termini di cambiamento nei modelli muscolari durante il test di soggetti sani.
I soggetti hanno firmato un consenso informato per procedere all'esecuzione delle valutazioni odontoiatriche e osteopatiche, con analisi mediante elettromiografia di superficie e, infine, con il trattamento osteopatico. I 120 soggetti inclusi nello studio sono stati divisi casualmente in tre gruppi di 40 soggetti ciascuno:

1. Gruppo di trattamento (12 maschi, 28 femmine);
2. gruppo placebo (17 maschi, 23 femmine);
3. Gruppo di controllo (18 maschi, 22 femmine).

Sorprendenti i risultati nel gruppo sottoposto a Trattamento Manipolativo Osteopatico in cui, nel 40% dei soggetti, sono stati riscontrati cambiamenti statisticamente significativi nel modificare l'attività dei muscoli masticatori.
I risultati dello studio suggeriscono dunque che l'OMT sia un valido aiuto per migliorare l'attività muscolare del sistema stomatognatico in preparazione di un intervento gnatologico, a conferma dell'influenza che il Trattamento Manipolativo Osteopatico può avere sulla tensione muscolare e sulla compensazione posturale.

“Le nostre conclusioni – si legge nel documento - supportano l'uso dell'OMT nel campo cranico, e in particolare nell'odontoiatria, per raggiungere l'equilibrio muscolare. Altri studi dovrebbero essere condotti su pazienti disfunzionali al fine di valutarne il miglioramento sintomatico associato la terapia gnatologica e osteopatica”.

Qui il pdf con lo studio completo.