ARGOMENTIARGOMENTI

Ruolo dell’equilibrio corporeo nella prevenzione dei traumi da sport ed effetti del riequilibrio specifico dei pivot osteopatici nell’atleta: valutazione tramite Va-Factor.

Abstract

Gli atleti sono a maggior rischio di infortunio rispetto alla popolazione generale, dovrebbero pertanto prestare grande attenzione a tutte le misure che possono ridurre questo pericolo (prevenzione primaria), in modo particolare se si è già patito un infortunio (prevenzione secondaria). Nell'allenamento specifico per uno sport, bisognerebbe ricordarsi che per ogni gruppo muscolare che si contrae, necessariamente un altro (o più di uno) agisce da antagonista e modulatore dello sforzo: l'equilibrio agonisti-antagonisti, la simmetria dello sviluppo muscolare, la coordinazione dei movimenti sono elementi protettivi nei confronti delle lesioni muscolotendinee.
Questo lavoro di sperimentazione è stato effettuato analizzando specificamente l’atleta con un’apparecchiatura in grado di valutare proprio questo equilibrio; il Va-Factor è una strumentazione che effettua una analisi dinamica delle catene muscolari, e quindi, del loro equilibrio reciproco in movimento. Grazie ad Andrea Verza e a Stefano Torti della TECKNA srl che ci hanno fornito questa apparecchiatura, abbiamo valutato gli effetti del riequilibrio specifico dei pivot osteopatici nell’atleta al fine di provarne scientificamente l’efficacia nella prevenzione dei traumi da sport. Per raggiungere questo obiettivo abbiamo testato un campione di 42 atleti professionisti e dilettanti, di entrambi i sessi, di un’età compresa tra i 18 e 40 anni, che svolgono attività sportiva da più di 5 anni, con frequenze di allenamento di minimo 3 sedute settimanali; gli atleti sono stati testati prima, subito dopo il trattamento osteopatico e a distanza.
I dati in nostro possesso indicano un netto miglioramento dei tracciati del Va-Factor sia subito dopo il trattamento che a distanza, valutato analizzando l’armonia dei valori massimi e minimi e la regolarità tra i vari picchi, parametri che disegnano una curva sinusoidale. I risultati della nostra sperimentazione evidenziano un risparmio di energia ed un’attività più armonica delle catene muscolari, con una diminuzione delle anomalie dei tracciati indici di sovraccarico funzionale, e sono i seguenti: su 42 atleti, i tracciati che hanno riportato un miglioramento sono 29, che equivalgono ad una percentuale del 69%, 5 atleti non hanno avuto cambiamenti significativi nei tracciati, mentre su 8 atleti si è avuto un peggioramento della sinusoide che equivale al 19%. Riteniamo opportuno chiarire che gli atleti non sono stati sottoposti ad un trattamento osteopatico specifico per la loro sintomatologia, ma è stato applicato un protocollo di riequilibrio dei pivot osteopatici standardizzato per valutare l’efficacia del riequilibrio specifico dei pivot nell’atleta, ossia, quanto riusciamo a modificare nell’equilibrio corporeo andando a dare una stimolazione a livello neurofisiologico nei punti chiave della postura?
A tal fine è inoltre da tenere presente che, nonostante il peggioramento dei tracciati, gli atleti esaminati hanno in diversi casi dichiarato un miglioramento della sintomatologia, indice che la stimolazione neurofisiologica dei pivot ha consentito agli atleti di trovare un diverso equilibrio che, anche se meno armonico dal punto di vista strumentale, ne aumenta il comfort. Possiamo con questi dati affermare che il corpo reagisce alla stimolazione dei pivot osteopatici e che il sistema di autoguarigione continua il suo lavoro per diverso tempo; il fatto che il trattamento specifico dei pivot possa migliorare i tracciati è significativo dell’importanza di questo intervento a fini preventivi, soprattutto in atleti che svolgono attività a livelli agonistici e quindi sono sollecitati da notevoli carichi prestativi finalizzati al raggiungimento della performance.
In conclusione, pensiamo che l’utilizzo del Va-Factor ci abbia permesso di dimostrare scientificamente l’efficacia del riequilibrio specifico dei pivot osteopatici nella prevenzione dei traumi sportivi dell’atleta.

KEYWORDS:

ID: 3754

Copyright © 2004 - Tuttosteopatia.it Tutti i diritti riservati
Power by Eter s.r.l. unipersonale P.I. 07180680725
Tuttosteopatia, testata giornalistica reg. n. 10/12 – Registro dei giornali e periodici - Tribunale di Trani del 30 maggio 2012