L'Osteopatia è professione sanitaria anche in Danimarca. Dopo la votazione dello scorso 15 maggio, dal prossimo 1° luglio inizieranno infatti tutti i processi di riconoscimento degli osteopati già esistenti ed operanti sul territorio.

"Il ministero della sanità danese - conferma infatti l'ex presidente dell'associazione Danske Osteopater, l'osteopata italiano Claudio Colombi - ha già diffuso la bozza della circolare informativa, molto simile alla definitiva che uscirà a breve, prima del 1° luglio, nella quale si descrivono i criteri che verranno utilizzati per il riconoscimento/autorizzazione degli osteopati in Danimarca. Nella circolare definitiva saranno aggiunti e/o modificati alcuni punti commentati dall'associazione degli osteopati Danske Osteopater".

Dopo Inghilterra, Malta, Portogallo, Finlandia, Islanda, Svizzera, Francia, Lichtenstein e Italia, questa è la volta della Danimarca dove, grazie all'impegno politico, in poco più di 3 anni si è giunti a questo risultato.

"È stato lungo il processo di riconoscimento dell'Ostoepatia in Danimarca, ma non quanto quello italiano" scherza Colombi, che ha seguito passo passo tutto l'iter politico in qualità di presidente dell'associazione danese di osteopatia fino alla fine dell'anno scorso, quando ha deciso di prendere una pausa dall'incarico, per poi lasciarlo definitivamente a febbraio 2018. Adesso l'associazione Danske Osteopater è presieduta da Hanna Tómasdóttir.